blog foxcar

By

Grandina! L’auto si è tutta ammaccata… e adesso? Ci vuole un tirabolli con le leve

In questi giorni ha grandinato in diverse località dell’Italia: Verona, Modena, Bologna. Si tratta di un fenomeno abbastanza normale al Nord, ma negli ultimi anche al Sud Italia ha cominciato a fare la sua presenza sempre più spesso, come a Campobasso, Crotone, Agrigento o Potenza.

E quando grandina non solo si riportano danni all’agricoltura, ma anche alle automobili. La riparazione per eliminare le ammaccature dovute alla grandine nelle carrozzerie delle automobili, può essere fatta col sistema delle ventose (cliccando qui puoi trovare un consiglio per la riparazione), oppure procedere con un sistema che utilizza delle speciali leve in acciaio (clicca qui per vedere le leve) con diverse forme e dimensioni che permettono di ripristinare la lamiera deformata dal bollo provocato dal chicco di grandine.

Eliminare bolli grandine auto

Queste leve lavorano dalla parte interna della lamiera entrando sotto il tetto, il cofano o all’interno delle portiere. Con uno speciale un movimento a spirale, che va dall’esterno verso l’interno, crea un sorta di piccolo massaggio alla lamiera, sollevandola fino a riportarla alla sua precedente conformazione.

Le leve per la grandine si dividono sostanzialmente in due categorie:

  1. la prima categoria prevede l’utilizzo di leve realizzate con uno speciale acciaio sagomabile, queste sono le cosiddette ”leve morbide” che permettono di essere piegate e sagomate a piacimento, in tal modo si possono raggiungere tutti i punti da lavorare con poche leve;
  2. la seconda categoria è sempre realizzata con un acciaio speciale, ma molto più rigido rispetto alla precedente. Queste leve vengono chiamate “leve rigide”, sono molto più comuni e più facili da reperire. Naturalmente non possono essere piegate e sagomate e richiedono una sensibilità e manualità superiore rispetto alle “leve morbide“, inoltre per poter raggiungere tutti i punti della carrozzeria bisogna usare più tipi di leve.

Esistono un’infinità di forme e dimensioni di leve, ognuna delle quali permette di raggiungere il punto da ripristinare, per esempio le leve a coda di balena servono per entrare sotto i montanti e i rinforzi che si trovano nel tetto o nel cofano delle automobili.

Il sistema delle leve viene utilizzato sempre di più anche per ripristinare quelle ammaccature che non sono causate dalla grandine, ma da posteggio, ovvero le cosiddette “sportellate” e anche altri tipi di ammaccatura. Con le leve viene facilitato l’intervento del carrozziere sulla lamiera, accorciando i tempi di riparazione in quanto non si deve più  lavorare con i consueti sistemi di tiraggio tipo lo spotter, dove è prevista l’eliminazione di tutta la vernice e del fondo fino ad arrivare alla lamiera pura.

In conclusione le leve stanno entrando sempre di più in carrozzeria per facilitare il lavoro e accelerare i tempi nel ripristino della lamiere ammaccate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *