blog foxcar

By

Arriva il cambio gomme, attenti al contributo PFU

Si sta avvicinando la fatidica data (il 15 novembre) in cui diventa obbligatorio sostituire gli pneumatici estivi con quelli invernali, oppure avere sempre a bordo le catene da neve.

Soprattutto nel nord e centro Italia, dove non sono rare le nevicate, molti di noi decidono di installare le gomme termiche per una maggiore sicurezza del veicolo, ma anche perché più comode rispetto a dover montare e smontare le catene in caso di necessità.

Ora chi ha deciso di sostituire o acquistare gli pneumatici, è alla ricerca dell’offerta migliore, navigando in internet o passando di gommista in gommista per trovare le gomme termiche che più ritiene idonee per il proprio veicolo.

Tuttavia non tutti sanno che contestualmente all’acquisto delle gomme, è obbligatorio pagare un contributo per lo smaltimento dei pneumatici, chiamato PFU, ovvero per lo smaltimento dei Pneumatici Fuori Uso. Soprattutto quando gli pneumatici invernali vengono acquistati in internet, diventa difficile capire a chi bisogna pagare il contributo PFU. Lo dovrai pagare al sito che te li vende o al gommista che te li installa?

Ecco quindi che il blog di gomme-auto.it ha fatto chiarezza per capire a chi versare il contributo. Praticamente gli scenari sono due:

  • se acquisti gli pneumatici online, il contributo PFU lo versi al sito che ti vende le gomme invernali (SEMPRE);
  • se acquisti gli pneumatici dal gommista, dovrai versare il contributo a lui.

Ricorda, devi pagare il contributo PFU solamente a chi ti vende le gomme, perché lui l’ha pagato al produttore che a sua volta l’ha pagato ai consorzi di smaltimento.

pfu-pneumatici-fuori-uso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *